giugno 25, 2020 - Honda Moto

Il sistema AirTender® di Umbria Kinetics disponibile anche per la nuova Honda CRF1100L Africa Twin 2020. E ora si può installare anche sull’ammortizzatore Showa di serie

Il 28 maggio 2019, Honda Motor Europe Ltd. Italia e Umbria Kinetics s.r.l. annunciarono ufficialmente l’avvio di un’importante collaborazione: i possessori della straordinaria CRF1000L Africa Twin – modelli dal 2016 al 2019, anche in versione Adventure Sports – avrebbero potuto installare AirTender® (la rivoluzionaria sospensione progettata e sviluppata dall’azienda umbra) in esclusiva presso la rete delle Concessionarie ufficiali Honda.

Honda Motor Europe Ltd. Italia è lieta di annunciare il proseguimento della collaborazione con Umbria Kinetics s.r.l. e la realizzazione di altri kit AirTender®.

Il kit top di gamma, facilmente intercambiabile con la sospensione originale, è composto dall’AirTender(elementoelastico)edaunammortizzatoreÖhlinssviluppatosecondolespecifiche tecniche della Umbria Kinetics s.r.l., con il supporto della Andreani Group International. Il prezzo del kit, ora disponibile anche per la nuova CRF1100L Africa Twin 2020, è di 1.790 Euro (IVA inclusa), spese d’installazioneescluse.

L’importante novità è che AirTender® si può ora installare anche sull’ammortizzatore originale Showa,siasulnuovomodelyear2020,siasuiprecedentimodelyear2016-2019.Inquestocaso, il prezzo del kit è di 1.200 Euro (IVA inclusa), spese d’installazioneescluse.

Ma non è tutto! Chi aveva acquistato un kit AirTender® per la CRF1000L Africa Twin – modelli dal 2016 al 2019, anche in versione Adventure Sports – ma ora è in possesso del nuovomodello 2020,nonsaràcostrettoadacquistareunnuovoAirTender®mapotràconvertireilsuokit.Ilcosto della conversione è di 120 euro (IVA inclusa), spese d’installazioneescluse.

AirTender vanta ben due brevetti internazionali. Il sistema prevede la sostituzione della molla elicoidale standard con un sistema che pone in serie una molla elicoidale – più corta e rigida dell’originale – e una molla a gas dotata di un sistema oleodinamico, che permette di regolarla e controllarne gli spostamenti.

L’unicità di questo nuovo sistema consiste nel separare le diverse funzioni della sospensione, riducendone i compromessi. La molla elicoidale ha il compito di sostenere il peso statico del veicolo e del pilota, e di gestire la dinamica della moto durante la guida e in manovra. Questa mollaelicoidaleèconsiderevolmentepiùrigidadell’originaleenonhaprecaricomeccanico,quindi è libera di muoversi sui micro avvallamenti e molto stabile sui trasferimenti di carico dovuti ad accelerazioni efrenate.

La parte idropneumatica, invece, entra in funzione solo oltre un certo valore di carico e quindi consente di ammorbidire istantaneamente la sospensione sulle forti asperità. Inoltre, il circuito idraulico a cui è connessa, ne gestisce gli spostamenti producendo uno smorzamentoaggiuntivo solo in caso di sollecitazioni particolarmente rilevanti, realizzando in maniera puramente meccanica quello che è in pratica il sogno di ogni costruttore di sospensioniattive.

Ilrisultatoèunasospensionecheoffreunacapacitàdiadattamentoimmediatoallecondizionidel terreno, e quindi nessun compromesso, ma un comfort totale in qualsiasi situazione diguida.

Ultimo ma non meno importante aspetto innovativo, è la capacità che offre il sistema di regolare l’elementoelastico.Grazieall’efficienzadiaccumuloenergeticodelgas,sonopossibiliregolazioni estremamente precise sia della capacità di carico, sia del coefficiente elastico, il tutto con un intervento manuale sul sistema idraulico che consiste semplicemente nell’avvitare o svitare una vite. Questa regolazione, agendo sul livello di compressione del gas, consente di cambiare radicalmente il carattere del veicolo, adattandolo alle reali condizioni di carico e diguida.